"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

domenica 12 giugno 2011

Ho votato

Ho votato. 4 referendum. 4 sì. Non ho dovuto fare file. Ma di gente ce n'era. E spero continuerà ad essere tanta nel corso della giornata e domani fino alle 15,00.

Votare non basta. Ma è da qui che inizia la partecipazione. Soprattutto su temi che ci riguardano così da vicino, che riguardano il futuro nostro e delle generazioni successive. Quindi, cominciamo a far sentire la nostra voce oggi con questo voto. Soprattutto a chi ha cercato in tutti i modi di togliercela (che bella lezione sarebbe, eh?).

Tanti in rete gli interventi di questi giorni sul tema dei referendum (qui un piccolo promemoria di recenti appelli  al voto). Sul merito dei singoli quesiti. Sul valore politico del raggiungimento del quorum e della vittoria dei sì. Sulla portata generale dei quesiti e delle questioni in gioco. A questo proposito, mi è piaciuto molto il post di ieri di Erbaviola, di cui consiglio la lettura (Una visione diversa del referendum 12/13 giugno).

Buon voto a tutti! Andate a votare con la testa ma anche, perchè no, con una buona dose di sana e robusta emotività da recapitare a chi se la merita.

Nessun commento:

Posta un commento