"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

domenica 8 gennaio 2012

Riduzione dei rifiuti: una dolce colazione con meno imballaggi

Ho deciso di non comprare più biscotti per la prima colazione. Per chi non ci avesse fatto caso, gli imballaggi che contengono i biscotti sono quasi sempre di materiale poliaccoppiato, generalmente formato da carta e alluminio o carta e plastica, e cioè materiale non riciclabile. Quelli che compravo io ormai da molti mesi avevano un imballaggio in plastica, quindi riciclabile, ma con tutti i punti interrogativi che l'uso della plastica per imballaggi porta con sè, non ultimo il suo effettivo riciclaggio, su cui tornerò.
Per non rinunciare al dolce a colazione, ho deciso di farlo io stessa. Ed ecco qui il mio ciambellone, semplice semplice ma buono, a base di zucchero, farina, uova cacao e yogurt, tutti ingredienti biologici, fra l'altro. Gli imballaggi per gli ingredienti sono di gran lunga inferiori a quelli dei biscotti confezionati, e la differenza già si vede nella busta della raccolta della plastica. Un po' di lavoro ogni tanto in cucina libera la mente e aiuta a capire che nulla viene dal nulla. E quando il dolce è finito, se ne fa un altro se si ha voglia, oppure... pane nel latte a colazione in attesa del prossimo.

5 commenti:

  1. Caspita!!! Dalla foto direi che ti riesce bene...ha un aspetto appetitoso!
    Ciao.Sandra

    RispondiElimina
  2. Ciao Sandra, grazie! Tenendo conto che sono un vero disastro in cucina, devo dire che sono piuttosto soddisfatta del risultato. Mi concentrerò di più sui dolci, danno più soddisfazione. Un buon anno!

    RispondiElimina
  3. BUON ANNO PURE A TE E A TUTTA LA FAMIGLIA.CIAO

    RispondiElimina
  4. ottima decisione...anch'io cerco di preparare a casa colazioni e merende (ogni tanto cedo all'acquisto), tra l'altro come giustamente sottolinei anche tu, mangi anche cose più sane ;-)

    http://secondodreca.altervista.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno spero! Devo dire che sono comunque mooolto apprezzate in casa.
      Molto interessante il tuo blog letterario. Lo seguirò con piacere. Ciao!

      Elimina