"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

domenica 5 febbraio 2012

I rifiuti di gennaio

Ecco i risultati della pesatura dei rifiuti del mese di gennaio, la prima del 2012 (3 persone):

indifferenziato:   Kg. 1,747
umido:     Kg. 10,884
carta:    Kg. 4,620
plastica:   Kg. 1,202
metallo:  Kg. 0,158
vetro:   Kg. 8,919
TOTALE:     Kg. 27,530

Un po' pesanti, devo ammetterlo. Però, bisogna tenere conto del fatto che ho pesato i rifiuti oggi, a febbraio già iniziato. C'è inoltre nell'indifferenziato il solito piatto rotto, mentre l'umido è particolarmente pesante perchè, con l'eccezione delle ultime due settimane, il secchio del compostaggio domestico non è stato praticamente utilizzato (ma ora è ripartito, e non si fermerà più nei prossimi mesi...).
Comunque, se confrontati con il mese di gennaio 2011, ci sono sempre 2 chili in meno nel peso totale, e questo è già qualcosa.
A proposito: ho pesato i rifiuti ma non li ho gettati nei cassonetti, perchè a Roma, causa neve, la raccolta dei rifiuti è bloccata, proprio come le strade (almeno quelle secondarie dove abito io). Aspetterò quindi, per evitare l'accumulo in terra dei sacchetti, spettacolo purtroppo più che abituale nelle strade di Roma, capitale d'Italia.
Io preferisco l'accumulo in casa, in attesa della ripresa della raccolta. Persino l'organico può resistere ancora qualche giorno:
La carta nell'immagine è quella dell'intero mese; l'indifferenziato, in basso a sinistra, ha 20 giorni; il resto dei rifiuti ha 14 giorni (compreso l'umido, che di solito però butto una volta a settimana). Tanto per far capire che non è affatto necessario gettare i rifiuti tutti i giorni.

Nessun commento:

Posta un commento