"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

sabato 10 marzo 2012

Tecnica e politica e il giudizio di Alemanno sulle discariche provvisorie a Roma.

Leggendo questa notizia sul vertice convocato dal ministro dell'ambiente Corrado Clini per fare il punto sull'emergenza rifiuti a Roma, non ho potuto fare a meno di soffermarmi sulla dichiarazione del sindaco di Roma Gianni Alemanno, il quale afferma:
«Ho preso l'impegno di non esprimere giudizi politici sul tema delle discariche perchè non voglio interferire con l'attività del Commissario. Ci sarà la Conferenza Servizi dove si esprimeranno dei pareri e i nostri uffici stanno studiando, esaminando tutte le documentazioni che vengono dai Comitati. Il nostro sarà un parere non politico ma esclusivamente tecnico».
Grazie al governo Monti, va molto di moda oggi distinguere tecnica e politica. Con un po' di confusioni, però. Abbiamo bisogno di un governo tecnico, si dice, perchè la politica non è in grado di affrontare l'emergenza economica in cui si trova il paese. Nel caso del Tav il governo dei tecnici rifiuta il confronto con altri tecnici (l'appello a Monti di 360 docenti ed esperti) nel nome della politica, perchè "l'opera deve andare avanti". E sulla questione delle discariche Alemanno esprimerà pareri tecnici e non politici.

In tutto questo, quello che sembra difficile capire è cosa sia e a cosa valga la politica.
Ma quale possa essere un parere politico su una discarica, in contrapposizione a un parere tecnico, ecco, questo vorrei veramente che qualcuno me lo spiegasse.

E perdonate i miei limiti.

Nessun commento:

Posta un commento