"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

domenica 20 maggio 2012

I moscerini nel composto: io faccio così...

Evidentemente questo è il periodo in cui i moscerini si riproducono alla grande. E uno dei miei secchi, quello che ho continuato ad alimentare, anche se purtroppo ancora saltuariamente, è infatti pieno di moscerini. Evidentemente non sono riuscita a evitare che qualche insetto deponesse le sue uova negli scarti alimentari o nel composto stesso.
Per eliminare le larve si può procedere in questo modo: inserire nel composto la buccia di mezzo limone spremuto, lasciarla per un po' (qualche ora, una giornata) e poi toglierla con tutte le larve che vi hanno trovato astutamente rifugio (pare che le larve di moscerino facciano così...).
Nel mio caso, temo sia ormai troppo tardi per questo procedimento e che togliere le larve sia praticamente inutile, dato che il composto è già pieno di moscerini che nascono da larve, si riproducono, depongono a loro volta uova e poi ricominciano tutto da capo.
Allora io faccio così:
ogni giorno apro il composto sul davanzale, sgrullo la zanzariera e il coperchio, rimescolo il tutto e lascio volare via la nuvoletta di moscerini.
Ho scoperto tra l'altro che si tratta di animaletti alquanto pigri e timorosi di spiccare il volo: tendono a rimanere lì, non se ne vanno, insomma, sono proprio imbranati.
Però, insomma, prima o poi se ne vanno, e in questa maniera il loro numero in casa si riduce notevolmente ed è assolutamente gestibile e sopportabile (mio figlio, ad esempio, non si è ancora lamentato...).
E d'altra parte il composto viene bene, tiepido e profumato, così:
Se poi avete un balcone, allora per voi il problema proprio non esiste.
Buon compostaggio!

Nessun commento:

Posta un commento