"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

venerdì 22 giugno 2012

Ridurre i rifiuti: le spugnette in cucina, ovvero due è meglio che uno...

Un piccolo consiglio semplice semplice per allungare la vita alle spugnette in cucina e ridurre i rifiuti.

Allora, le spugnette sono soggette a logoramento e prima o poi finiscono nel sacchetto dei rifiuti indifferenziati.

Naturalmente, come tutto, devono essere usate il più possibile prima di essere gettate via (cioè, devono essere proprio a pezzi prima di finire nel cestino...).

La spugnetta due in uno (spugna con parte abrasiva su un lato, in alto nella foto), apparentemente comodissima per lavare i piatti, presenta però l'inconveniente di un precoce logoramento della parte abrasiva rispetto al resto che ne vanifica la funzione e spesso la fa finire tra i rifiuti troppo presto.

Che ho fatto?

Invece di sostituirla con una nuova quando la parte verde ha raggiunto lo stato "a brandelli", ho trovato sotto il lavello una "Favilla" abrasiva  inutilizzata (quante cose ci sono sotto il lavello, comprate e dimenticate lì chissà da quanto tempo!) e ho cominciato a usarla insieme a ciò che restava della spugnetta doppia.
E' passato ormai un bel po' e entrambe le spugnette continuano a svolgere egregiamente la loro funzione, mentre per ora solo ciò che restava della parte abrasiva è finito tra i rifiuti.

A proposito, la spugnetta grigia sulla destra della foto è in realtà un pezzo di una vecchia camicia da notte che si è rivelata ottima per l'uso in cucina e che sto utilizzando un po' per volta fino al suo completo annientamento!

Tutto qua.

Nessun commento:

Posta un commento