"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

martedì 10 luglio 2012

L'aria condizionata del vicino non è sempre più fresca

Stati d'animo da cui è nato questo post:  depressione da caldo,  rabbia da impianti di aria condizionata in città, bisogno di positività. 
Argomento di questo post: come difendersi dal caldo (oltre i consigli dei tg).

Perchè casa mia è più fresca

E comincio con la musica.
Perchè anche se gli inquilini del piano di sotto, finestre sotto le mie finestre, hanno appena finito di montare il loro nuovo impianto di aria condizionata doppio (tre finestre, due condizionatori) e finalmente l'incubo si è avverato, di averlo proprio sotto le finestre, il condizionatore del vicino, e non più dall'altra parte della strada o dalla parte della cucina, che già li sentivo comunque, la notte...
casa mia è più fresca:
casa mia è fresca della musica bellissima di Fabrizio De Andrè che ho messo appena rientrata in casa accaldata, dopo aver parlato con l'amministratore.
Regola n.1: per stare più freschi in casa, ascoltate bella musica, che vi rinfresca l'anima.

E continuo con il movimento.
Perchè se esco e attraverso la strada sotto il sole per buttare il primo sacchetto di differenziata del mese nei cassonetti un po' più in là e poi rientro in casa
casa mia è più fresca:
casa mia è fresca della differenza fra dentro e fuori, 40 gradi fuori, 28 dentro, e uscire e rientrare aiuta a ricordarlo.
Regola n.2: per stare più freschi in casa, tenete tutto chiuso nelle ore calde e quando vi sembra di non sopportare più la temperatura, perchè l'aria condizionata non c'è, uscite, fate due passi e rientrate: casa vostra sembrerà un frigorifero!

E poi ancora movimento.
Perchè se mi alzo dalla sedia e faccio due passi nelle altre stanze (ho anche mal di schiena, e mi fa bene camminare) mi accorgerò che
casa mia è più fresca:
camminare fa correre l'aria addosso anche dentro casa, e muoversi o fare qualche attività non pesante  in realtà rinfresca, aiuta l'organismo a non soccombere al caldo, gli dà forza.
Regola n.3: per stare più freschi in casa, muovetevi un po', rinvigorite il vostro organismo con attività e movimento leggeri, combatterete meglio il caldo che stando fermi, magari stravaccati sul divano.

E finisco con la consapevolezza.
Perchè, anche se a casa mia non ci sono 20 gradi contro i 40 fuori,
casa mia è più fresca:
casa mia è più fresca perchè non ha condizionatori che, come una stufa, gettano aria calda all'esterno;
casa mia non consuma elettricità come un enorme frigorifero sempre acceso, aumentando l'inquinamento atmosferico e quindi l'effetto serra e quindi il riscaldamento globale e quindi il bisogno di sempre più condizionatori; e non sarà causa di black out elettrici;
casa mia è più fresca perchè non deturpa la facciata del palazzo con orribili enormi catafalchi polverosi, anneriti, brutti e rumorosi;
casa mia è più fresca perchè mi tiene in forma, non mi fa ammalare, mi insegna ad adattarmi, un giorno anche questo mi servirà...
casa mia è più fresca perchè non fa del male a nessuno per fare del bene a me; non fa del male all'ambiente, ai figli, ai figli dei figli, ai figli dei figli dei figli...
insomma,
casa mia è più fresca perchè mi protegge con le sue mura dal caldo senza rendere l'ambiente esterno un posto peggiore e il futuro un incubo.
Regola n.4: per stare più freschi in casa pensate a tutto il calore che non generate per tutti gli altri che non siate voi stessi, e a tutto il male che non fate all'ambiente nel quale voi e gli altri dovete vivere; pensate a quanto siete bravi e nobili e giusti, e vi sentirete meglio.

Con questo post partecipo al Linky Party di Creamamma

Diario di una Creamamma

Potrebbero interessare anche:  Scipione e Caronte e a cosa servono i media; Città d'estate e non solo

9 commenti:

  1. Cara Paola...come vorrei poterti dire che condivido in pieno quello che scrivi e che....aihmé....hai ragione? eppure non ce la faccio proprio.....sarà che da quando abbiamo messo la cortina la mia casa non è affatto più fresca....anzi...riesce ad essere più calda della temperatura esterna :( ed io per sopravvivere...non me ne vogliano tutti gli altri, i vicini, le generazioni future comprese...almeno la notte tengo acceso il deumidificatore!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lucia, come ho detto all'inizio, questo post è prevalentemente un tentativo di sfuggire alla depressione e alla rabbia (notte insonne a sentire il condizionatore dall'altra parte della strada e mattina con gli installatori sotto le finestre) e al caldo che non dà tregua e un po' così deve essere letto.
      Anche il condizionatore bisogna saperlo usare, e credo che pochissimi lo facciano bene. Per esempio usarlo per deumidificare l'aria, come fai tu, pare sia un'ottima cosa. Oggi alla posta una signora si lamentava che nonostante ci fosse l'aria condizionata, nell'ufficio facesse caldo: un'altra cosa che le persone non sanno è che la differenza tra temperatura esterna e interna non deve superare un certo numero di gradi, e immagino che questo sia obbligatorio (?) per gli uffici pubblici (infatti nella mia ex scuola le segreterie hanno l'aria condizionata, ma la usano con le finestre aperte!). Insomma, anche l'aria condizionata va usata con attenzione: se per noi il fresco sono 20 gradi, a tutte le ore del giorno e della notte, allora stiamo freschi davvero!
      Grazie per il tuo commento. Il mio era un tentativo di far riflettere non certo persone come te!
      Ciao

      Elimina
    2. GRAZIE PAOLA!!!! Ora mi sento meno in colpa ;) Purtroppo non scherzo quando dico che casa mia è diventata un forno....sopra di noi c'è il tetto e tutt'intorno la cortina che continua ad emanare calore....con il caldo di questi giorni è davvero da impazzire!!!!!! Le strategie anticaldo le adotto tutte....ma con Caronte, Minosse e tutti i miti greci non sortiscono alcun effetto!!!! Baci e a presto, Lu

      Elimina
  2. bhe, leggo un po' in ritardo (grazie al tuo passaggio da me ti ho "scoperta")ma mi sento di sottoscrivere tutto quanto dici, anche la risposta Lucia...pare ormai che non si sia più in grado di sopportare nulla e, soprattutto, spesso si fanno scelte senza informarsi e/o usare la testa...

    per il momento mi unisco al tuo sito, poi tornerò a "sfogliarmelo" con più calma

    RispondiElimina
  3. Grazie della visita e benvenuta!

    RispondiElimina
  4. Ciao Paola, sei stata decisamente convincente dai! Cercherò di ripetermi mentalmente ciò che hai detto, anche se i sudori si sentono, nonostante le finestre chiuse e le tapparelle abbassate! :-)
    Grazie mille per la tua partecipazione al linky party! Mi basta che tu abbia inserito il link ed il banner in questo post, ma sei ti va di mettere anche il banner nella tua barra laterale, dovresti copiare il codice sotto l'immagine del banner ed inserirlo da te nel gadget del layout, non come immmagine, ma sotto la voce HTML/JavaScript. Non sono una cima in queste cose, ma così l'immagine si dovrebbe adattare allo spazio che hai disponibile nella tua barra laterale.
    Ti auguro un buon w-end!
    baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Clara per avermi ospitato.
      Copiando il codice HTML il banner risulta un po' troppo largo per la mia barra laterale, piuttosto stretta. Dovrei ridurne le dimensioni, ma non so come fare...
      Buon week end!

      Elimina
  5. ciao Paola, ti ho appena scoperta grazie ai linky di Clara. Brava! condivido con te a pieno!
    Mi sentirei di aggiungere:
    * bere tanto, ma bibite a temperature ambiente o addirittura calde (i Tuareg africani bevono il tè bollente) rinfrescano e dissetano più di un bicchiere ghiacciato
    * fate bagno o doccia calda perchè così, uscendo dalla doccia sentirete la casa fresca!
    Provare per credere!!
    www.giokaconleo.blogspot.it

    Ma dove state voi che soffrite tutto sto caldo?!
    Qui stamattina c'erano 15 (quindici!?!) gradi... capite?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Kate per il contributo dei tuoi suggerimenti, li terrò a mente per quando... farà caldo! Il post è dell'anno scorso, ecco perché soffrivo il caldo. In questi giorni, hai ragione, fa decisamente freddino, anche qui a Roma :)
      Grazie per la visita e piacere di averti incontrata!

      Elimina