"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

venerdì 20 luglio 2012

Tutti gli ultimi non-sviluppi e le ultime non-novità sulla questione Malagrotta e l'emergenza rifiuti a Roma. Rassegna stampa (2/5-19/7/2012)

Aggiornamento sugli ultimi non-sviluppi della questione Malagrotta, di cui non parlo da un po' ma su cui ho continuato a raccogliere le notizie man mano che si presentavano.
Come ho già detto altre volte, su questo argomento bisogna continuare a tenere desta l'attenzione,  perchè l'assuefazione non deve far dimenticare lo scandalo (segnalo, a questo proposito, questa efficace narrazione della storia di Malagrotta sul blog Bio si può).
Dunque, in un momento di relativo silenzio sulla questione, proverò a selezionare i fatti salienti e a segnalare i link più interessanti raccolti nel lungo periodo che va dal 2 maggio al 19 luglio.

Quello che salta all'occhio, più che le novità, sono le costanti.

Il balletto delle discariche.
In questo mese e mezzo, secondo la tradizione, hanno continuato ad alternarsi proposte, "decisioni", proteste, controproposte, "controdecisioni" e ancora proteste su una serie di possibili siti che avrebbero dovuto sostituire provvisoriamente Malagrotta dopo la sua chiusura e in attesa della scelta del sito definitivo.
Dopo la bocciatura del ministro dell'ambiente Clini ai siti proposti dalla Regione e dal commissario Pecoraro, in un mese e mezzo le discariche possibili o "certe" di cui si è parlato sono state più o meno le seguenti: Monte Carnevale, Corcolle, Pian dell'Olmo, Pizzo del Prete, all'estero, fuori-regione, si-deciderà-il-29-giugno, Quarto della Zolforatella, ancora-non-si-sa.

Il balletto dei commissari.
Come da tradizione, si continuano a nominare commissari che si occupino della questione. In questo mese e mezzo il commissario Giuseppe Pecoraro, nominato dal governo Berlusconi, si è dimesso, dopo aver portato avanti, contro l'opinione del ministro Clini e in un primo momento supportato, poi bocciato dal governo Monti, la scelta del sito di Corcolle, nei pressi di Villa Adriana a Tivoli. Gli è subentrato il nuovo commissario Goffredo Sottile. A pochi giorni della sua nomina, sempre secondo tradizione, il neocommissario  ha ricominciato con il balletto sui siti delle discariche (da Pian dell'Olmo in poi nell'elenco sopra), e con le dichiarazioni, tra cui la seguente perla a proposito del fatto che, anche cambiando la politica sui rifiuti, ci sarà sempre bisogno di una discarica: "vi andranno rifiuti trattati che diventano come erba secca, dobbiamo uscire dal dramma del tal quale".

Scadenze e proroghe.
Sempre da tradizione, il nuovo commissario ha, come unico atto per il momento certo, firmato la solita proroga alla chiusura di Malagrotta al prossimo 31 dicembre (e siamo a tre da quando ho cominciato a scrivere questo blog, circa un anno e mezzo fa).. Per quanto riguarda la scadenza del 29 giugno come termine per decidere sul sito della discarica provvisoria, evidentemente non si trattava di una vera scadenza.

Cerroni.
Costante di tutta la storia, protagonista sempre presente intorno al quale si alternano e si avvicendano gli altri personaggi,  è l'avvocato Manlio Cerroni, proprietario di Malagrotta e dei siti di Monti all'Ortaccio, Quadro Alto e Pian dell'Olmo, oltre che indiscusso signore della gestione dei rifiuti a Roma, nel Lazio e non solo (urbi et orbi, dice lui).
Interessanti le due lettere che ha scritto in questo periodo al ministro Clini (2 maggio) e al commissario Sottile (12 giugno)  ribadendo, per chi non l'avesse capito, il suo ruolo cruciale nella vicenda.
Nella prima (qui), oltre al solito autoincensamento (Malagrotta ha rappresentato la salvezza di Roma e ha permesso di risparmiare miliardi), al solito scetticismo sulla raccolta differenziata ("Abbiamo avuto modo di ricordare che le percentuali fissate già per quest'anno, e più ancora per il 2013 e il 2014, sono ambiziosissime") sono molto significative le seguenti parole sulla libertà d'impresa: "Da ultimo sull'argomento ci è stata di conforto la Legge sulla liberalizzazione dei servizi n.27/2012 per cui la realizzazione della discarica è un nostro diritto imprenditoriale che, alla luce delle disposizioni nazionali e comunitarie, nessuno può negarci" (corsivo mio).
Nella seconda (qui) il deus ex machina Cerroni, presentando i suoi impianti in uso e in attesa di autorizzazione, i suoi siti di trattamento e le sue discariche si propone, in collaborazione con Ama, di portare il trattamento dei rifiuti a Roma a posizioni di assoluta eccellenza. Perchè poi la Commissione Europea si sia accanita su Roma e non su altre città italiane e altri paesi europei per quanto riguarda le discariche gli appare, testualmente, un mistero.

Unione Europea.
Ancora una volta l'Unione Europea ha inviato un avvertimento formale, con parere motivato, all'Italia sull'illegalità del trattamento dei rifiuti a Malagrotta e nel Lazio, chiedendo di conformarlo alle norme UE entro due mesi, salvo poi rinviare la chiusura della procedura di infrazione in attesa dell'applicazione del nuovo piano rifiuti voluto da Clini.

Politica e amministrazione.
Il governo, la regione Lazio, la provincia e il comune di Roma continuano ad accusarsi a vicenda e a polemizzare sulla questione.

Insomma: niente di nuovo e tutto ancora da fare: il piano rifiuti regionale, il piano per la raccolta differenziata del comune di Roma, il trattamento miracoloso dei rifiuti che li trasformerà in erba secca da conferire nella nuova discarica provvisoria che ancora però non si sa dove sarà.

_______________
Rassegna stampa dal 7/5 al 19/7: 
7/5 Repubblica: Clini auspica scelta del prefetto in accordo con ministero e autorità; favorevole a Monte Carnevale; il comunicato  del ministero dell'ambiente.
9/5 Pecoraro insiste con Corcolle, salta Monte Carnevale: Eco dalle Città.
11/5 scontro Clini-Pecoraro su Corcolle; Clini e Ornaghi scrivono a Monti: Eco dalle Città.
19/5 Pecoraro sceglie Corcolle: Eco dalle Città.
23/5 il governo ha dato l'ok a Corcolle: Petrolio, Repubblica, Eco dalle Città.
24/5 Esposto di Italia Nostra e reazioni degli ambientalisti contro la scelta di Corcolle: Greenreport.
25/5 retromarcia del governo, dimissioni di Pecoraro: Repubblica, Eco dalle Città, Il Fatto Quotidiano.
30/5 intervista a Dario Esposito, osservatorio rifiuti provinciale: Eco dalle Città.
31/5 Malagrotta: ultimatum UE (Repubblica, Messaggero).
1/6 intervista a Clini: Repubblica;  nota della Regione in risposta: Repubblica; Corriere della Sera:  dichiarazioni di Goffredo Sottile, nuovo commissario alla chiusura di Malagrotta.
4/6 spunta l'ipotesi Pian dell'Olmo, ma i cittadini si incatenanto: Eco dalle Città; la discarica provvisoria sarà Pian dell'Olmo: Eco dalle Città.
5/6 Clini su Pian dell'Olmo: SkyTg24; Repubblica.
8/6 Sottile: la situazione a Roma è peggiore di quello che si può pensare (Eco dalle Città).
Riciclo e non raccolta differenziata: una domanda per Alemanno (eco logica). Piano differenziata e Clini su Pian dell'Olmo e Pizzo del Prete: (Repubblica.
Proteste sulla via Aurelia (Pizzo del Prete) e sulla via Tiberina (Pian dell'Olmo), Polverini e Zingaretti: Repubblica; le dichiarazioni di Sottile su Pian dell'Olmo: Il Fatto Quotidiano.
11/6 ancora caos totale: Eco dalle città; Repubblica.
13/6 Sottile: Malagrotta sarà prorogata; bene il piano differenziata; forse i rifiuti all'estero: Eco dalle Città.
15/6 spunta l'ipotesi Emilia: Eco dalle Città; la reazione di Legambiente: Eco dalle Città.
16/6 l'ultima proposta di Cerroni: Il Fatto Quotidiano.
19/6 i rifiuti non possono essere portati fuori regione se non trattati: Eco dalle Città.
20/6 chiusa la procedura d'infrazione sul piano rifiuti della regione Lazio: per ora niente sanzioni: Eco dalle Città.
22/6 Sottile comunicherà il 29 la decisione sulla discarica: Eco dalle Città.
25/6 la proroga di Malagrotta ormai è realtà: Eco dalle Città.
28/6 Sottile firma la proroga al 31 dicembre: Corriere della Sera.
2/7 continua il toto-discarica: spunta l'ipotesi Solfatara: Eco dalle Città.
3/7 Sottile: una discarica serve, ma per i rifiuti trattati: Repubblica.
Legambiente su differenziata a Roma e questione discarica: Eco dalle Città.
5/7 impianti tmb non a pieno regime  50% rifiuti a Malagrotta non trattati: Eco dalle Città; e sulla differenziata si aspetta la firma; Parlati di Legambiente: Eco dalle Città. 
12/7 Clini sulla questione Malagrotta: Eco dalle Città. 
19/7 Alemanno: piano per la differenziata entro fine luglio; per il post Malagrotta stiamo lavorando bene: Eco dalle Città.

2 commenti:

  1. Certo cara Paola che hai fatto un lavoraccio per mettere insieme tutte le informazioni sul caso Malagrotta... che schifezza, eh??? Quando lego queste cose mi viene su il nervoso!!!!

    Hai fatto bene a mettere sulla destra i dati riguardanti i tuoi consumi!

    Tu e la tua famiglia state facendo davvero un ottimo lavoro!

    Un bacione,
    Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alex!
      Faticoso, effettivamente, questo post. E, hai ragione, ... fa venire un nervoso!
      Ciao!

      Elimina