"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

lunedì 27 agosto 2012

Setacciare il composto

Oggi per la prima volta ho setacciato il composto conservato in uno dei due secchi, quello più vecchio.
L'operazione è necessaria per ottenere un prodotto finito e davvero perfetto al quale non ero mai arrivata prima.
Poiché un vero setaccio da giardino non ce l'ho, mi sono arrangiata con quello che avevo (un vecchio scolapasta)

Ho setacciato un po' per volta tutto il composto del secchio, rimettendo poi al suo posto il materiale troppo grosso (ancora parecchio).

Nel secchio di raccolta ecco invece il bellissimo composto pronto:

soffice, finissimo, ricco di sostanze nutritive, pronto per le piante di casa (e questa volta senza semi).

Bello, vero?

3 commenti:

  1. Bellissimo!
    Allora fammi capire, il composto si setaccia di tanto in tanto per ottenere il terriccio e il materiale grossolano si rimette nella compostiera??
    Ogni quanto tempo fai questa operazione?
    Dipende anche dalla grandezza di tale compostiera?
    Grazie e ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La foto mostra la prima volta che ho setacciato il composto, a parecchia distanza dal mio primo esperimento, e fino ad allora avevo utilizzato il materiale ancora grossolano, senza mai setacciare. Ora lo faccio più spesso (per esempio questa mattina) anche per liberare spazio nei secchi, più o meno dopo uno o più mesi, ma se ho tempo e voglia anche più spesso.
      Ho in mente però di riorganizzare un po' tutto e provare a mettere insieme una specie di compostiera nella quale il materiale passi "da solo" da un secchio superiore, a cui si aggiungono gli scarti, a uno inferiore dove scende il composto pronto. Per ora è solo un'idea, appena la provo vi faccio sapere.
      I miei secchi sono da 5 litri, un po' piccoli. Se i secchi sono più grandi è meglio, ma bisogna avere un po' di spazio.
      L'unico inconveniente che ho incontrato, oltre alla produzione di liquido iniziale che però ora non riscontro più (metto gli scarti in una quantità maggiore di composto già avviato), è stato quello dei moscerini, ma ho imparato a circoscriverlo (se vuoi puoi trovare un post sull'argomento).
      Mi sembri interessata al tema... fammi sapere come va in caso tu decida di provarci!
      Ciao

      Elimina
    2. Grazie mille, Paola.
      Si, sono abbastanza interessata, quest'anno nella nostra nuova casa sto iniziando un orto sul balcone (per ora molto semplice) e credo che fare il composto sia una cosa ottima, che si abbina perfettamente a questo mio desiderio (e poi non nutriamo più l'inceneritore così tanto....).
      Ti terrò aggiornata!
      ciao

      Elimina