"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

sabato 5 gennaio 2013

12 propositi per 12 mesi: gennaio e l'ultima vaschetta di polistirolo

Anno Nuovo Vita Nuova Linky Party

I buoni propositi di inizio anno, si sa, generalmente rimangono tali.
Per carità, servono a chiarirsi le idee, a focalizzare la propria attenzione sul  miglioramento di sé, sul cambiamento, ma vengono generalmente disattesi (altrimenti non dovremmo ripeterli ogni anno).

Questo è il motivo per cui, ispirata dal primo fantastico Linky Party di Alex di C'è crisi c'è crisi, ho deciso di  selezionare un solo proposito per ogni mese dell'anno e provare a realizzarlo veramente.
Mese dopo mese se ne aggiungeranno di nuovi. E alla fine vedremo come è andata.

Si comincia, ma guarda un po', dai rifiuti, e in particolare dagli imballaggi di plastica.
Ma poiché gli imballaggi di plastica sono tantissimi, sono ovunque, sono impossibili da combattere tutti insieme, a partire da questo mese mi concentrerò su un' unica tipologia, quella delle vaschette in polistirolo, chiamato anche polistirene.

Questo materiale viene utilizzato prevalentemente per il confezionamento delle carni nei supermercati, ma spesso anche per formaggi, o per la frutta, sempre nei banchi dei supermercati.
Come tutta la plastica, teoricamente è riciclabile, ma generalmente viene incenerita (la plastica brucia bene ma è molto inquinante) o gettata in discarica.
Se raccolta nella busta della plastica per la raccolta differenziata, generalmente puzza in maniera rivoltante perchè, a differenza di altri materiali, è difficilissima da pulire, si impregna del sangue della carne e spesse volte deve essere gettata, per disperazione, nel secchio dei materiali non riciclabili. Inoltre è voluminosa e ingombrante. Insomma, una delle peggiori tipologie di materie plastiche!

Impossibile combattere contro tutti gli imballaggi di plastica?  
Facciamoli fuori uno ad uno e cominciamo appunto dalle vaschette in polistirolo.
Da oggi non entreranno nuove vaschette di questo materiale in questa casa (un paio sono ancora nel freezer).
La carne (poca, però) si potrà comprare solo dal macellaio o non si potrà comprare.

Questo sarà il nostro proposito per il mese di gennaio.
E se qualcuno si vuole unire a noi e dare una mano in questa guerra è il benvenuto. Anzi, il benvenutissimo!

Bilancio un mese dopo: missione compiuta e vaschette di polistirolo scomparse

32 commenti:

  1. Ciao, buoni propositi.... mi sono iscritta al tuo blog, se ti va passa a trovarmi!!!!
    Ciaooooo!!!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Paola,
    concordo pienamente con il tuo proposito. Già da tempo evito questo imballaggio perché difficile da smaltire, come scelgo verdura e frutta sfuse e non quelle nelle vaschette di plastica ( anche se alcuni supermercati ne fanno la raccolta ) e cerco prodotti in vetro e non in lattina.... Ma è difficile...soprattutto quando ti trovi di fronte ad una differenza di prezzo...Comunque fare la spesa con un po' di attenzione, non frettolosamente, ci può aiutare...
    Per ora ti auguro una buona Epifania!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi cerchiamo già di evitare le vaschette. Solo che ho pensato che una regola durissima, cioè mai e poi mai, qualunque cosa succeda, fosse il modo migliore per eliminare DEL TUTTO questi imballaggi. Vediamo come va.
      Buona epifania anche a te!

      Elimina
  3. Sai che ti dico? io mi unisco a te!!!!!!!!!!!!!!!! Niente vaschette di polistirolo da oggi in poi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo! Hai visto? Siamo già in due :)

      Elimina
  4. BRAVISSIMA!
    io è un po' che ho fatto la stessa scelta e anche i sacchi del riciclaggio ne sono contenti

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia questo blog! io cerco sempre di aiutare il pianeta, nel mio piccolo, e le tue info mi saranno utilissime!
    Sono con te in questa battaglia, da oggi anch io dico no al polistirolo :-)
    Lia

    PS. Grazie per il tuo commento al mio post, grazie grazie

    RispondiElimina
  6. Io cerco di evitare le confezioni in polistirolo e quando proprio non posso rinunciarvi, scarto la confezione subito dopo la cassa e la lascio al supermercato. Ma dovrebbero trovare delle confezioni alternative, più ecologiche e meno inquinanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lasci la confezione al supermercato e loro se la prendono? Qui da noi i supermercati, almeno quelli che conosco io, non si riprendono nulla di nulla.
      Il problema è quello che dici tu: certi materiali andrebbero semplicemente eliminati dal mercato, altro che buoni propositi personali di don Quichote, che non potranno mai "vincere la guerra"!
      Ciao!

      Elimina
  7. Ciao Paola, ero dietro a preparare la mia lista dei buoni propositi e tra questi c'è di sicuro il migliorarmi sempre più nel rispettare l'ambiente e divulgare più che posso la mia sensibilizzazione. Quindi credo che il tuo proposito, vada bene anche per me, anche se sono sicura che farò un po' di fatica, imparerò a comprare la carne direttamente dal macellaio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La carne dal macellaio e' anche più buona. Magari se ne compra meno e si mangia sicuramente meglio.
      Sono molto contenta che tu abbia deciso di partecipare al proposito.
      Ciao!

      Elimina
  8. Ciao Paola, posso prendermi anche io il tuo buon proposito? queste vaschette son proprio odiose! spero di non avere ricadute gravi e casomai mi rileggerò questo post per darmi la sveglia. un carissimo saluto e grazie per lo spunto:o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora benvenuta!
      Non ti preoccupare per le ricadute, c'è sempre tempo per risollevarsi. L'importante è fare del proprio meglio.
      E grazie a te!

      Elimina
  9. Mamma quanto odio il polistirolo!!! Mannaggia a chi cavolo lo ha inventato... sono molto fiera di te e condivido appieno il tuo impegno a non usarne piu'. A casa Topogina facciamo lo stesso!

    Allora ti aspetto il 15 febbraio, quando pubblichero' i miei propositi per febbraio, per sapere quale materiale hai deciso di bannare o quale sara' il tuo proposito per quel mese.

    Tanti bacioni,
    alex

    RispondiElimina
  10. Mamma quanto odio il polistirolo!!! Mannaggia a chi cavolo lo ha inventato... sono molto fiera di te e condivido appieno il tuo impegno a non usarne piu'. A casa Topogina facciamo lo stesso!

    Allora ti aspetto il 15 febbraio, quando pubblichero' i miei propositi per febbraio, per sapere quale materiale hai deciso di bannare o quale sara' il tuo proposito per quel mese.

    Tanti bacioni,
    alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Non vedo l'ora (intanto penso...)
      Bacioni

      Elimina
  11. Brava Paola! E non solo per il pianeta ma anche per te e la tua famiglia: non comprare carne al supermercato vuol dire non comprare carne bombata di ormoni e antibiotici, il che mi pare di per sè un ottima scelta! Mi unirei al tuo proposito, non fosse per il fatto che, riflettendoci, è da un bl po' che non mi ritrovo in casa uno di quegli odiosi contenitori :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', allora bravissima a te! Da noi pure, a essere sinceri, i contenitori non sono molti, e al limite vengono dal supermercato biologico. Ultimamente, per una serie di motivi medici, in casa la dieta di mio marito ha subito molte restrizioni e, in assenza di alternative (per il momento) il nostro (suo) consumo di carne è un po' aumentato, e è capitato di acquistarla anche al supermercato. In più, ogni tanto la suocera ci ha fatto avere provviste. Anche per questo ho deciso di applicare la regola della "tolleranza zero": troppe vaschette, per i miei gusti!

      Elimina
  12. Sei sempre un portento e si ha sempre una sensazione di pulito a venire da queste parti! Brava, ti ammiro sempre! Io cerco di essere attenta e non sprecona, ma non riuscirei a mantenere il tuo impegno! Complimenti, continua così!
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, che sei bravissima!
      Grazie, comunque!

      Elimina
  13. Ciao, grazie di esserti iscritta al mio blog, mi fa molto piacere conoscere il tuo e spero che mi sia d'incentivo ad essere maggiormente attenta a tutto ciò che possiamo fare per salvaguardare il pianeta ed anche noi, di conseguenza. Mi piace molto l'idea che hai avuto di un proposito al mese, aggiungendo via via gli altri.
    Vasoietti e vaschette di plastica sono anche per me piuttosto odiose, ho l'impressione che anche gli alimenti così incelofanati ne perdano in qualità, così cerco di comperare carne, frutta e verdura sfusa. Farei però molta fatica in estate a rinunciare alla vaschetta di gelato da gustare a casa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto hai ragione sulla vaschetta del gelato! E' ancora un po' presto per pensarci, ma rappresenta un vero problema. Uniche alternative sembrano essere consumazione sul posto, con cono, naturalmente, oppure... gelato fatto in casa :)
      Grazie anche a te per esserti unita al mio blog e benvenuta!

      Elimina
  14. Leggo ora il tuo post e ti dico BRAVA! :)
    Da me, mangiando quasi esclusivamente cruelty free, di polisterolo non ne entra mai, farò caso alla frutta ma non ricordo l'ultimavolta che l'ho visto in casa nostra, si vede che i canali di approvvigionamento che scelgo a km pochi e lotta integrata se non proprio bio sono già attenti a non usarne.
    Mi è piaciuta la frase "La carne (poca, però) si potrà comprare solo dal macellaio o non si potrà comprare." Suggerirei di tener prima ancora in conto che sia tracciabile, che provenga da allevamenti non intensivi, e che venga nutrita con alimenti il più naturali possibili (e che sia del macellaio non sempre lo garantisce, bisogna vedere chi macella e dove, quanti km fanno i capi, in che condizioni, dove vivono, e tante altre cose). L'inquinamento del pianeta, ahinoi tutti, è sicuramente molto impattato dagli allevamenti intensivi, non solo per le note questioni di surriscaldamento globale e disboscamento ma perchè arrivano in alcuni casi ad inquinare addirittura la falda, e a quel punto l'impatto del polistirolo è secondario - senza contare le ricadute sulla salute dei singoli e della comunità perchè per esempio carni piene di antibiotici contribuiscono a rendere i virus che colpiscono le popolazioni più resistenti alle medicine -

    Comunque è proprio lodevole questo tuo impegno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo bel commento. Certo, sulla carne (ma non solo) abbiamo ancora moltissimo da fare e le tue parole sono uno sprone in questo senso. Devo in effetti informarmi meglio su molte cose. Il supermercato biologico la vende in vaschette, quella del supermercato normale non riesco neanche a guardarla, figuriamoci a comprarla e a mangiarla! L'abbiamo ridotta moltissimo, ma certo questo non è abbastanza. Sull'argomento tornerò presto. Grazie ancora!

      Elimina
    2. Grazie di questa risposta Paola. Se non lo hai già letto secondo me troverai molto interessante "Se niente importa" di J. Safran Foer (c'è una recensione da me se non lo conosci), parla molto di inquinamento -e molto altro, ma so che per te è importante approfondire questo -, leggendolo ho scoperto cose che mai avrei immaginato...

      Elimina
    3. Sì, l'ho letto. Ma stavo giusto pensando di riprenderlo (mi hai letto nel pensiero). Vado a cercarmi la tua recensione.

      Elimina
  15. Io son rimasta sconvolta a scoprire dell'inquinamento della falda a causa delle deiezioni dei poveri animali degli allevamenti intensivi. Raccapricciante e terrorizzante pensando agli scenari mondiali possibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per questo la mia prima risposta puntava l'attenzione sul consumo critico, sul fare attenzione alla provenienza, chi mangia carne deve assolutamente arginare certe derive disumane e pericolosissime per l'equilibrio del pianeta.

      Elimina
    2. Certo, il macellaio sotto casa, se non vende carne biologica certificata, non so se è in grado di dare risposte certe a queste domande. Quando dice che,la sua carne è buona cosa intende? Anche che gli allevamenti non sono intensivi?
      Quante domande!
      Grazie per i tuoi spunti, ci torno presto su questo argomento.
      Buonanotte!

      Elimina