"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

venerdì 22 marzo 2013

Ai fornelli: pasta integrale con ceci e carciofo

pasta integrale con ceci e carciofo
La ricetta l'ho presa da questo post de Il Mondo di Cì
L'avevo puntata fin dalla pubblicazione perché adoro ceci e carciofi, ma soprattutto perché, come dice la stessa Cì, quasi scusandosene, è semplicissima, requisito per me indispensabile.
Come mio solito, ho ulteriormente semplificato gli ingredienti usando solo quelli che avevo (niente maggiorana, prezzemolo, e soprattutto alga kombu). Ma la prossima volta ce li metto.

Ho, per la prima volta in vita mia, pulito e stufato un carciofo solo soletto appena comprato in offerta, mentre i ceci li avevo già lessati. Ho bollito la pasta integrale e ultimato la cottura nella padella con la salsa.
Il procedimento è davvero semplice, e mentre tutto si cuoceva ho potuto anche finire di preparare la lezione per il giorno dopo.

Il risultato è stato ottimo e il piatto è piaciuto molto anche al marito. Ho già detto, tra l'altro, delle sue difficoltà ad accettare la pasta integrale: devo constatare che sta cominciando a ricredersi, e che è vero che il condimento fa tutta la differenza, come amiche blogger mi dicevano.

Naturalmente si è trattato di un piatto unico, accompagnato solo da un po' di verdura e frutta (e niente carne né secondo piatto di alcun genere).

:)

Con questo post partecipo a Ruba la Ricetta! di Mammabook e Diario di una Creamamma


Diario di una Creamamma

14 commenti:

  1. Trovo che sia ottima la pasta integrale a marca Tre Mulini che si trova nei discount mentre non riesco proprio a mangiare quella di marche più famose. Questione di gusti, credo, ma prova a cambiare marca se il marito non si arrende :)

    RispondiElimina
  2. Ma deve essere buonissimo! Bravissima Paola, questa ricetta te la copio! Bacioni e buon week end!
    Ps mi piace un sacco l'entusiasmo che traspare dalle tue parole!

    RispondiElimina
  3. Ricetta molto appetitosa e poi quel bel carciofotto attira molto l'attenzione! Brava!
    Buon w-end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carino, vero? Prima di mangiarlo l'ho tagliato a pezzetti, ma nella foto mi piaceva così.
      Buon week end a the!

      Elimina
    2. Gnam gnam Paola! Continuo a leccarmi i baffi alla vista di questo bel piatto appetitoso!
      Grazie mille per aver partecipato alla nostra iniziativa! Ti aspettiamo ancora quando vuoi!
      VAdo subito a pinnarti qui http://www.pinterest.com/mammabook/ruba-la-ricetta/.
      Un abbraccio e buona domenica!

      Elimina
    3. Grazie Clara! Magari la prossima volta provo con una ricetta nuova!

      Elimina
  4. Brava! L'aspetto è davvero appetitoso!
    Anche io non ho mai pulito un carciofo in vita mia... chissà quando sarà la mia prima volta...
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo presto, perché buono è proprio buono! Bisogna trovare il modo di usare gli scarti, però, perché è più ciò che si scarta di ciò che si mangia.
      Ciao!

      Elimina
  5. Wow! Vedo ora :) ma grazie!
    Paola sono contentissima che tu stia cucinando così tanto :)
    Ti vedo lanciatissima! Ottimo! BRAVA!

    C'è un piccolo tutorial su come si pulisce il carciofo da me ;) se vi interessa. E lo scarto è minore se:
    si tengono i gambi (detto tra noi a volte sono la parte più tenera e gustosa);
    si usano le foglie centrali (prima dei cuori) per fare il brodo di verdure;
    si usano poi per fare deliziose salsine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ottimi consigli! Mi applicherò anche in questo (tra l'altro ieri al mercato i carciofi praticamente te li tiravano appresso...)
      Ciao!

      Elimina
  6. Ma dai, che abbinamento insolito! Interessante quasi quasi la rubo ;)

    RispondiElimina