"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

martedì 11 giugno 2013

I rifiuti di maggio & l'insolita proposta

Ecco, un po' in ritardo, l'aggiornamento sulla pesatura dei rifiuti mensile con il resoconto di quelli prodotti da me e mio marito (perché il figlio è in Australia) nel mese di maggio.

indifferenziato:   kg. 0,541
umido:       kg. 6,637
carta:    kg. 5,150
plastica:   kg. 0,229
metallo:  kg. 0,137
vetro:   kg. 6,257

TOTALE:   kg. 18,987

Qualche foto per corredare i numeri.

Il solito unico sacchettino mensile dell'indifferenziato, abbastanza leggero (ma non troppo):


E tutta la plastica del mese:


Quanti imballaggi! Si deve fare di più. Prossimamente cercherò di affrontare alcuni nodi critici. Nel frattempo, chiedo il vostro aiuto.

L'insolita proposta: vi va di raccontare un po' dei vostri rifiuti?

Oggi chiudo dunque con una domanda: ma voi, quanti rifiuti producete? Cosa fate per ridurli? Avete dubbi, idee, proposte, contributi da condividere? Oppure, vi andrebbe di provare anche voi a pesare i vostri rifiuti, magari per una settimana, o un mese, e comunicare la vostra esperienza?
Poiché so che siete tutti/e bravissimi/e, mi piacerebbe ascoltare un po' di voi, e magari, chissà, pubblicare guest post sull'argomento.

Ecco, io la proposta l'ho buttata là. Se vi interessa, ditemelo nei commenti o scrivetemelo in privato. 

17 commenti:

  1. Ne produciamo un bel po' nonostante l'attenzione!! Anche se devo dire che abbiamo ridotto sia i rifiuti in plastica che l'indifferenziato... ma abbiamo ancora molto da fare! Siamo in cinque e ci stiamo educando all'acquisto consapevole perché in fondo è da qui che si parte! Leggerò volentieri le varie esperienze... a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lolle per il contributo. Hai ragione, l'acquisto consapevole è il primo passo essenziale: si compra pensando anche ai rifiuti, è fondamentale. Ridurre indifferenziato e plastica poi mi sembra la cosa migliore da fare.

      Elimina
  2. sai che mi cogli impreparata a questa domanda

    http://sweetmakeupandfashion.blogspot.it/
    https://www.facebook.com/Sweetmakeupandfashion

    RispondiElimina
  3. Ciao ti ho conosciuta attraverso kreattiva e mi sono aggiunta ai tuoi lettori poiché mi interessano gli argomenti che tratti, l'ecologia, la sostenibilitá ambientale e il riciclo. Ti seguirò con piacere!

    RispondiElimina
  4. Se ti va vdi fare un salto ecco il mio blog sulla primissima infanzia: www.vitazerotre.blogspot.it. Nel mio piccolo tante idee ecologiche ed economiche per far giocare i bambini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Passo a trovarti al più presto! Solo un po' di pazienza che passino questi giorni intensissimi...
      Ciao!

      Elimina
  5. non ce la posso fare ;) però.... pare qui stia per partire una stratosferica raccolta differenziata sperimentale (noi saremo il quartiere pilota) che mi incuriosisce molto (ci daranno codici a barre e istruzioni segrete ;)) e te ne parlerò promesso! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, allora mi devi assolutamente far sapere come funziona, davvero! Aspetto notizie :)

      Elimina
  6. Ciao Paola,
    non credo che io mi metterò a pesare i miei rifiuti per ora, ma voglio darti un idea di quello che succede in casa nostra (da pochi giorni siamo in 4).
    indifferenziato: un po', forse 3 o 4 sacchetti al mese.
    umido: da quando faccio il composto ci metto solo le bucce delle banane e poco altro. Ogni tanto butto via un sacco, anche se non è pieno, perché se aspetto che si riempie si fa la muffa!
    carta: forse 1 sacchetto al mese, anche qui perché un po' va a finire nel compostaggio.
    plastica: ultimamente la produzione è aumentata, da quando ci concediamo un po' di gelato e molte fragole, mannaggia a tutte quelle vaschette!
    metallo: praticamente quasi niente, giusto due scatolette di tonno ogni tanto, forse 4 o 6 in tutto al mese.
    vetro: in pratica niente, perché i vasetti li ricicliamo tutti, produciamo rifiuti di vetro solo in caso di incidentali rotture...
    =)
    Ho ancora tanto da fare per migliorare, ma non voglio essere ossessionata dalla cosa e me la prendo un po' come viene...
    spero di essere stata utile,
    un abbraccio,
    ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma taaaaaanti auguriiiiii!
      Certo che non devi pesare i rifiuti, soprattutto ora! Ci mancherebbe. Però mi sembra, da quello che dici, che siete bravissimi! E hai cominciato il compostaggio! Super bravissimi!
      Un abbraccione a te e al nuovo arrivato con tantissimo affetto!
      A presto!

      Elimina
    2. Cara Paola,
      è grazie a te che ho iniziato il composto, tutto merito tuo!
      Per il resto dei rifiuti credo fermamente di dover fare meglio, ma con calma...
      grazie di tutto e ciao!

      Elimina
  7. C'è un premio per te! ^_^ http://yogurtshades.blogspot.com/2013/06/liebster-blog-award.html

    RispondiElimina
  8. Che bella questa tipologia di post! Davvero interessanti! Arrivo da kreattiva e ho pensato di iscrivermi se ti va passa a farmi visita bacione

    RispondiElimina
  9. ciao Paola, io il differenziato sono già una ventina d'anni che lo faccio,non per merito mio ma perchè il comune lo imponeva con sacchetti trasparenti che se sbagliavamo erano...amari!!! faccio il compostaggio perchè ho il giardino e quindi tutta terra fertile, ma lo facevo anche in un grande vaso in terrazzo per amore delle piante. trovo che in italia utilizziamo troppi contenitori e non so se ci avete fatto caso molte marche fanno costare di più al chilo i prodotti contenuti in flaconi grandi, specialmente di plastica, presumo che il contenitore influisca su questo. non peso la spazzatura perchè la buttiamo anche se differenziata molto spesso. Mi stizziscono i troppi confezionamenti che oggi vengono utilizzati spesso inutilmente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo fatto caso al fatto che alcuni prodotti costano di più al chilo nelle confezioni più grandi. E' assurdo, dovrebbe essere il contrario! E anche dal punto di vista dei rifiuti prodotti, dovrebbero essere da preferire le confezioni grandi: in proporzione, meno imballaggi.
      Grazie per il tuo commento!

      Elimina