"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

domenica 20 ottobre 2013

La rosellina sul davanzale...


Ieri si è aperto il bocciolo che la tenace rosellina sul davanzale ha portato avanti dopo lo shock dell'estate.

Delle due piantine, una l'ho dovuta tagliare alla base, perché piena di parassiti (batuffoli bianchi).

L'altra ha portato avanti il suo bocciolo, pur essendo attaccata a sua volta da parassiti.

Molte delle foglie stanno praticamente scomparendo:


E il contrasto fra la pianta e il suo fiore è notevole:


Che faccio? Intervengo con qualche rimedio o lascio la natura fare il suo corso?
Si riprenderà la piantina?

P.S. (aggiornamento ore 16): solo dopo aver pubblicato il post mi sono accorta che sul fiore c'era un bruco (immortalato anche nella foto) che immagino sia l'allegro banchettatore della piantina; l'ho preso con un pezzetto di carta e l'ho gettato nel sacchetto dell'umido; quanti altri ce ne saranno?

domenica 6 ottobre 2013

Ti regalo l'abbonamento annuale metrebus (azione n. 1)


Il blog procede a rilento: aggiorno poco, sto vivendo una fase di dubbi e incertezze se non addirittura una crisi di identità che non riguarda soltanto il blog. E tutto ciò si manifesta attraverso una specie di inerzia che caratterizza la mia vita di queste settimane. L'idea e la speranza in un mondo diverso, che sono il presupposto a tutte le piccole cose di questo blog e sono state la ragione della sua nascita, sembrano in questi giorni lontane e come offuscate e confuse.

In questo contesto non proprio positivo, ecco la mia prima piccola azione concreta da un po' di tempo a questa parte.

Ci pensavo da un po', ma come al solito ho rimandato, e procrastinato, e dimenticato, e non ho avuto voglia di andare, e ho dato ascolto a chi mi diceva che non ne valeva la pena, ecc., ecc., ecc...

Poi ho deciso: ho preso il modulo, l'ho compilato e fatto firmare, sono andata e
ho regalato al marito un abbonamento annuale metrebus.
Il marito usa l'automobile per andare al lavoro tutti i giorni, per un percorso breve ma particolarmente scomodo e mal collegato con i mezzi pubblici. Sicuramente non cambierà questa consuetudine. Usa spesso però i mezzi, soprattutto la metro, per andare in centro e muoversi in città, e lo fa molto più di un tempo, un pochino anche grazie a me (o per colpa mia :).
In questi casi generalmente si fanno due conti per vedere se conviene spendere 250 euro per l'abbonamento annuale invece che comprare ogni volta che serve il biglietto da 1 euro e 50 centesimi. E se non si usano i mezzi tutti i giorni, generalmente non c'è vantaggio a comprare l'abbonamento annuale, e nessuno infatti lo fa.

Ecco invece qual è stato il mio ragionamento.

Non importa se conviene o no, regalo (anche a me stesso, se non ce l'ho) comunque l'abbonamento. E' comodo, permette di andare ovunque quando si vuole. Probabilmente incentiverà l'uso dei mezzi pubblici, a prescindere dalle abitudini di chi lo riceve. Servirà comunque a finanziare un servizio alla città la cui maggiore efficienza potrà incentivare sempre più persone a usufruirne e che va sostenuto e aiutato a non essere smantellato, soprattutto in un periodo di crisi e mancanza di fondi ai comuni come quello che stiamo vivendo. Si tratta di una spesa alla portata di tutti (studenti fino a 26 anni e famiglie a basso reddito hanno diritto a una tariffa ridotta).
Se tutti i cittadini residenti in città comprassero l'abbonamento annuale, le casse delle società dei trasporti avrebbero un incremento di entrate che permetterebbe loro di mantenere e migliorare il servizio. Non sarebbe una tassa, perché offre comunque un servizio in cambio, e tutti potrebbero goderne.

Ah, dimenticavo: il marito è stato contentissimo del regalo e ha già usufruito dello sconto riservato ai possessori di metrebus card sul biglietto di ingresso ad un museo.

Che ne pensate? Voi avete l'abbonamento annuale ai mezzi pubblici della vostra città? Avete mai pensato di regalarne uno?

Con questo post vorrei dare inizio a una nuova rubrica nella quale registrare  piccole azioni concrete che spero mi ridaranno entusiasmo e motivazione e mi permetteranno di uscire dall'inerzia di questo periodo. Che dite? Buona idea?
Vediamo se ne viene fuori qualcosa.