"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

sabato 30 novembre 2013

Circolare scolastica

Roma, 28/11/2013
Agli alunni
Ai docenti
Ai genitori 
Sede succursale
Oggetto: accensione dell'impianto di riscaldamento a.s. 2013/14 
Si comunica che, a seguito di tagli obbligati dalla 'spending review', il Dipartimento X, Servizi per la Scuola della Provincia di Roma, pur nella grande attenzione all'equilibrato utilizzo delle risorse, ha effettuato una rimodulazione degli orari di erogazione del riscaldamento che, sino al 31/12/2013, subirà la riduzione di un'ora al giorno. Pertanto l'orario di accensione sarà dalle ore 8:00 alle ore 13:00 per cinque giorni a settimana. 
Il Dirigente Scolastico


Ecco, magari queste cose non si sanno abbastanza, e allora l'ho messa sul blog.

Nella sede in oggetto, l'entrata degli alunni a scuola avviene a partire dalle ore 7:50, le lezioni iniziano alle ore 8:00 (insieme all'accensione dei termosifoni), e terminano quasi sempre alle 14:00 se non alle 15:00 per chi ha la settima ora.
L'edificio è normalmente gelido anche con i termosifoni pienamente funzionanti (si tratta di una costruzione degli anni '70 / '80, credo, sopraelevata su travi di ferro, davvero gelida in inverno).

Dunque grazie alla 'spending review' si sta a scuola al freddo, e in questi giorni il freddo è freddo freddo.
Conoscete altre situazioni simili? Mi piacerebbe sapere dove altro ciò avviene all'insaputa dell'opinione pubblica e senza conseguenze.

Naturalmente nel corso dell'inverno capita spesso a Roma,  dove le temperature invernali possono essere molto miti, di stare nelle scuole con i termosifoni bollenti e le finestre aperte per non squagliarsi dal caldo.
Ora tagliano il riscaldamento nei giorni più freddi dell'anno, ma mai hanno pensato a razionalizzare la spesa dei riscaldamenti e a controllare i consumi in maniera intelligente, magari applicando ai termosifoni contabilizzatori di calore che ne regolarizzino l'accensione a seconda delle temperature esterne.

Siete mai entrati in una scuola? Perché ci sembra assolutamente normale che le scuole siano i luoghi squallidi e fatiscenti che generalmente sono? E perché ci sembra normale che in questi giorni di grande freddo possa passare nelle scuole una circolare del genere?

E lo dico a me stessa per prima, naturalmente.

Oggi state belli caldi a casa, che lunedì si torna a scuola...

sabato 16 novembre 2013

Salutiamoci e il mese delle lenticchie

Io le lenticchie le adoro. E le lenticchie sono l'ingrediente del mese di novembre nel gioco organizzato da Salutiamoci

Salutiamoci è  un blog su alimentazione e salute che prende spunto dal lavoro del prof. Franco Berrino dell'Istituto dei Tumori di Milano e dalle linee guida sue e dello chef Giovanni Allegro, insegnante alla scuola di cucina di Cascina Rosa che si occupa di prevenzione tramite l'alimentazione.
Il gioco consiste nello scegliere un ingrediente al mese e pubblicare e raccogliere dal web ricette che devono attenersi a questa tabella di ingredienti  e che tengano conto  anche della stagionalità.
L'iniziativa è ospitata questo mese dal blog Il Mondo di Ci, e in questo post trovate tutte le informazioni per partecipare.

Come ho già detto, le lenticchie mi piacciono molto, ma la cucina non è proprio il mio forte. Di solito le cucino bollite e condite in insalata con olio evo e un po' di aceto, o come semplice minestra. In passato però mi sono cimentata con questa ricettina di polpette di lenticchie rosse, che ha riscosso un certo successo in casa:


Ieri invece ho provato questa ricetta di cipolle con purea di lenticchie. Non è venuta proprio come avrebbe dovuto, credo, ma ve la presento lo stesso. Voi che siete bravi/e potrete fare certamente meglio di me.

Ho preso tre cipolle, le ho fatte bollire 10 minuti (ma forse era meglio un po' di più):


le ho tagliate a metà, togliendo alcuni strati interni in modo da creare delle scodelline:


Ho condito con olio evo e fatto cuocere in forno (troppo poco però, devono essere ben cotte!). 

Nel frattempo ho tritato la parte interna delle cipolle e l'ho usata per insaporire le lenticchie precedentemente bollite.
Ho passato le lenticchie e le ho usate per riempire le cipolle (avrei dovuto dare al ripieno una forma un po' più precisa, a punta, ma come si vede dalle foto non l'ho fatto).



Le cipolle avrebbero dovuto cuocere un po' di più, ma il risultato non era affatto male lo stesso.
Le lenticchie sono buonissime di loro, la cipolla insaporisce il tutto, insomma, sono abbastanza soddisfatta. 

Con questo post partecipo al gioco di Salutiamoci

venerdì 1 novembre 2013

I rifiuti di ottobre

Ecco il resoconto dei rifiuti prodotti nel mese di ottobre da me e dal marito:

indifferenziato:   kg. 0,556
umido:            kg. 6,995
carta:           kg. 4,250
plastica:    kg. 0,232
metallo:   kg. 0,140
vetro:    kg. 3,649

TOTALE.   kg. 15,572

Possiamo ritenerci abbastanza soddisfatti, anche se non dobbiamo dimenticare che siamo solo in due.

Mancano due mesi alla fine dell'anno, e sono in arrivo delle novità per il prossimo anno.
Ma per ora, non dico niente.