"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

lunedì 6 gennaio 2014

L'Epifania tutti i rifiuti (di casa) si porta via :) Resoconto del mese di dicembre e del 2013

Con l'eccezione del sacchetto dell'organico (ne sono stati gettati altri tre nel mese di dicembre) questi sono davvero tutti i rifiuti prodotti questo mese in casa da me e dal marito.



Ecco dunque l'ultimo resoconto annuale della pesatura dei rifiuti, quello del mese di dicembre, e il bilancio di tutto il 2013.

dicembre: 

indifferenziato:  kg. 0,731
organico:   kg. 10,790
carta:   kg. 5,000
plastica:   kg. 0,341
metallo:  kg. 0,123
vetro:   kg. 3,094

TOTALE:   kg. 20,079

2013:

indifferenziato:  Kg. 7,273
organico:     kg. 96,375
carta:     kg. 47,855
plastica:  kg. 4,296
metallo:    kg. 2,016
vetro:    kg. 68,346

TOTALE:   kg. 226,161

Devo dire che, pur tenendo conto del fatto che nei mesi estivi ci siamo stati pochissimo e che da marzo il nucleo familiare è passato da tre a due componenti (il figlio è in Australia da marzo 2013), i risultati sono davvero ottimi se paragonati a quelli dell'anno scorso.
Le quantità di ogni tipo di materiale sono non solo inferiori a quelle dell'anno scorso ma, in alcuni casi, dimezzate o addirittura più che dimezzate.
Questo vale soprattutto per l'indifferenziato, corrispondente a un terzo del peso dell'anno scorso (!!!); per la carta, all'incirca dimezzata (!!); per la plastica, anche questa corrispondente a un terzo rispetto all'anno scorso (!!!).
Vetro e metallo sono diminuiti in misura minore ma comunque significativa (!) mentre l'organico è diminuito solo di poco più di un chilo (sarà la priorità del 2014!).

Ho dedicato meno tempo ai rifiuti e avevo intenzione di smettere di pesarli (con l'eccezione dell'indifferenziato) a partire dal 2014.
Ma sapete che vi dico? Sono così contenta dei risultati finali dell'anno che credo che continuerò anche in quello appena iniziato. Evidentemente, questa cosa serve!

Intanto, ditemi voi come fare a far capire al marito che questi oggetti non vanno nel sacchetto di plastica e metallo perché non sono imballaggi!




Buon anno e buona riduzione dei rifiuti a tutti!

Con questo post partecipo al primo Linky Party del 2014 di Alex di C'è crisi C'è crisi!

Linky Party 2014

20 commenti:

  1. Sei pazzesca come sempre! Ma come fai???

    E poi vada per il catenaccio(che ha vari tipi di materiali insieme), ma la gruccia dove la butti? Non è solo di metallo? Perchè non va bene con la plastica e con il metallo? Scusa la domanda, che forse riterrai ovvia...

    Bacioni e buon tutto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è tanto una questione di materiale in sé quanto se si tratta di imballaggio. I produttori di imballaggi di plastica, vetro e metallo dovrebbero garantire attraverso dei consorzi il riciclo dei materiali pagando per il loro riciclo (in realtà pagano i consumatori) e questo discorso vale solo per gli imballaggi, appunto. Evidentemente il sistema del recupero dei materiali non è considerato remunerativo in sé. Tutto il materiale di plastica, vetro, metallo che non costituisce imballaggio non viene riciclato (ma c'è chi i metalli li cerca e li recupera nei cassonetti, evidentemente con altri "canali di recupero"...). Per cui tutto ciò che non è imballaggio è indifferenziato (purtroppo!). Domanda niente affatto ovvia, cara Clara, se pensi che al marito lo ripeto continuamente eppure ritrovo sempre testine di rasoi o stampelle nella borsa della raccolta differenziata, e questo da anni :)
      Buon tutto anche a te!

      Elimina
    2. Grazie della risposta, ma mi devi scusare, ma trovo la storia del riciclo dei soli imballaggi incomprensibile! E che riciclo è in questa maniera?
      Ma cosa succede se si butta la stampella, che è comunque di metallo, insieme al metallo, come si dovrebbe in realtà fare?
      Metallo rimane sempre metallo, o che si tratti di imballaggio o meno. Scusa, come vedi, tuo marito non è il solo...
      Un abbraccio!

      Elimina
    3. La vostra sarebbe la logica del buon senso, ma il sistema è fatto in maniera tale che se i campioni sono troppo "contaminati" da materiale "estraneo" la raccolta viene ad esempio pagata di meno se non del tutto scartata (non chiedermi perché). E' per questo che bisogna seguire le regole nel fare la differenziata. :)

      Elimina
  2. Ovvio che devi continuare!! Un terzo in meno è davvero tanto, sono davvero fiera di te! Ti meriti tutti gli auguri di un anno felice cara Paola :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cri! Sono rimasta davvero sorpresa dei risultati complessivi dell'anno, non me l'aspettavo. E' proprio vero che a volte fare un passo indietro e avere uno sguardo d'insieme sulle cose può fare la differenza. Dunque sì, continuerò imperterrita :-)
      Auguri di un anno felice anche a te!

      Elimina
  3. Carissima Paola, sei un modello per tutti noi e ci stimoli a migliorare! Ma a livello politico secondo te c'è qualcuno che ha sensibilità rispetto all'enorme quantità di plastica che utilizziamo ogni giorno ad esempio per gli imballaggi in plastica nei supermercati, che spesso potrebbero essere sostituiti con il cartone, o nelle mense o negli ospedali? Quando ci penso mi viene il panico.
    Ovviamente tutto inizia dai nostri comportamenti, quindi continua a stimolarci in queste consapevolezze e tanti auguri di buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Patty, a livello politico di sensibilità ce n'è ben poca e la parola "panico" non è male per spiegare come ci si sente davanti a tutto questo. In questo contesto il comportamento personale sembra davvero inutile. Si va avanti lo stesso, eh! (io non potrei più fare altrimenti) però ci vorrebbe davvero una svolta politica! Ci penso spesso ma non so come dare concretezza a questa idea.
      Grazie cara e tanti auguri a te!

      Elimina
  4. mitica! pesare i rifiuti!! pero che sbattone...io mi limito a differenziare, senza pesare. E sono afflitta da un marito perfezionista che per ridurre imballaggi e sacchetti inutili si porta da casa le borse di stoffa quando andiamo a fare la spesa e si incavola quando alcuni prodotti hanno imballaggi imbarazzanti (oltre che voluminosi ed inutili!)
    Buon anno cara e buon composto a te!!
    www.giokaconleo.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, un po' uno "sbattone" è, infatti avevo intenzione di smettere, con l'eccezione dell'indifferenziato, che in teoria sarebbe l'unica parte dei nostri rifiuti che finisce in discarica. Però tutto sommato penso che continuerò così (ormai ci ho fatto l'abitudine) perché è un ottimo modo per tenere la situazione sotto controllo e provare a migliorearei. Complimenti a tuo marito e buon anno :)

      Elimina
  5. Sei decisamente un modello da seguire :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh grazie! Diciamo che faccio del mio meglio :)

      Elimina
  6. Mamma mia che costanza, complimenti
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
  7. Bè in Germania invece andrebbero con la plastica, perché il bidone è per plastica e metallo! Qui si ricicla davvero tantissimo, anche perché il bidone che ti danno per l'indiferenziata è piccolissimo! Complimenti a voi cmq mi sembra che abbiate fatto proprio un ottimo lavoro, questa sì che son soddisfazioni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco un po' la situazione della Germania, dove mio fratello ha vissuto per alcuni anni, e so che dal punto di vista della gestione dei rifiuti è sicuramente un modello virtuoso che andrebbe semplicemente "copiato", come si fa con i compagni più bravi a scuola. Io faccio di tutto per ridurre i miei rifiuti, ma è chiaro che è il sistema che deve funzionare in maniera efficiente, e siamo ancora lontani anni luce da questo. Grazie mille per il tuo commento Silvia!

      Elimina
  8. Ciao, che bel blog! Anch'io son 2 anni che faccio compostaggio organico in giardino, ma sento che ho ancora tanto da imparare, per cui ti seguirò fedelmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simo, benvenuta! Un giardino dove fare compostaggio: quanto mi piacerebbe!

      Elimina
  9. Ciao Paola, stai facendo un lavoro davvero lodevole. Io abito in Trentino, dove per fortuna la raccolta differenziata funziona abbastanza bene.
    Io ho l'orto per il compostaggio e cerco di acquistare prodotti senza imballaggi di plastica, magari li lascio negli appositi contenitori dopo le casse al supermercato (invenzione geniale...), però sembra sempre di non fare abbastanza!
    Continua così: sei un ottimo esempio per tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dalle tue parole si direbbe che il Trentino e Roma siano su due pianeti diversi. La raccolta degli imballaggi nei supermercati mi sembra ad esempio un'iniziativa davvero lodevole: d'altra parte, chi produce imballaggi deve anche farsi carico del loro smaltimento. Hai ragione, però, "sembra sempre di non fare abbastanza".
      Benvenuta!

      Elimina