"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

domenica 9 marzo 2014

I rifiuti di febbraio

Continua la pesatura mensile dei rifiuti prodotti in casa mia (da due persone, ma fra un po' torna il figlio dall'Australia!). Ecco il resoconto del mese di febbraio.

indifferenziato: kg. 0,447
organico:     kg. 14,747
carta:      kg. 2,900
plastica:   kg. 0,417
metallo:  kg. 0,162
vetro:   kg. 3,851

TOTALE:   kg. 22,622

Ho pesato i rifiuti esattamente questa mattina, una settimana in più rispetto alla fine del mese. Lo dico per giustificare in particolare il peso piuttosto elevato dell'organico, di cui ho gettato nel periodo di questo mese 5 sacchetti invece dei soliti 4. Tutti gli altri rifiuti sono stati gettati in una sola volta oggi.

In questo unico sacchetto c'è tutto l'indifferenziato del mese:


Questo è il sacchetto con plastica e metallo:


Questo è il vetro:


Ed ecco tutti i rifiuti del mese (tranne l'organico), con sulla destra il sacchetto della carta:


Dati i risultati, penso che con il mese di marzo cercherò di dare nuovo vigore al compostaggio domestico, un po' addormentato ormai da troppo tempo, e su questo cercherò di aggiornarvi presto. E' da qui che è partito il blog, no? Un peso così elevato dei rifiuti organici è, nonostante tutto,  assolutamente imperdonabile.

Come va con i vostri rifiuti? Vi auguro che siano sempre meno.
Perché se è vero che forse le nostre piccole buone azioni sono insignificanti ai fini della soluzione delle complesse emergenze che ci circondano, essere parte della soluzione e non del problema è per lo meno una bellissima, impagabile soddisfazione!

14 commenti:

  1. bravissima, io molto lontana ancora dai tuoi risultati....cercherò di migliorare ulteriormente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela e brava anche a te! Le tue parole "Cercherò di migliorare ulteriormente" indicano che sei comunque migliorata e che vuoi fare ancora meglio, no? Dunque bravissima :)

      Elimina
  2. Ma tu hai una compostiera? ciao Franca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto artigianale ma sì, ho una piccola compostiera "da appartamento". La trovi nel blog alla voce Il composto. Ma, come dico nel post, aggiornerò presto sull'argomento. Ciao :)

      Elimina
  3. Ti ammiro moltissimo per ciò che fai...
    mi sto impegnando anch'io (anche se non ho ancora una compostiera in casa) e mi batto per migliorare la raccolta differenziata nel mio quartiere
    intanto insegno ai nipotini e non solo che con il riuso di ciò che getteremmo nella spazzatura si può realizzare sempre nuove cose...
    spero che gettando tanti semi qualcosa cresca ;-)
    Tante serene e gioiose giornate a tutti
    nonnAnna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissima! Qualcosa crescerà senz'altro, soprattutto con i nipotini. E fai bene a insegnare loro il riuso prima di tutto. Hanno una nonna davvero super :)

      Elimina
  4. Quanto è vera l'ultima frase che hai scritto!

    RispondiElimina
  5. Ciao Paola,
    grazie del tuo impegno, il tuo esempio è sempre molto incoraggiante!
    Io come sai ho iniziato il compost grazie a te.
    Per un paio di mesetti questo inverno non l'ho fatto (e tutti i miei rifiuti organici sono finiti nella raccolta differenziata del comune) perché i secchi erano colmi e aspettavo una riduzione del volume.
    Ora ho ripreso con grande soddisfazione, come dici tu.
    Vedere che il ciclo si chiude e usare il compost per far crescere delle nuove piante nell'orto è bellissimo!
    ciao, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che meraviglia, sono felicissima!
      Un grandissimo abbraccio!

      Elimina
  6. La quantità dei miei è in aumento, ma non per mia volontà, alcune cose in casa sono cambiate e abbiamo tre anziani da accudire.....con tutti i problemi che ne derivano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bambini piccoli e persone anziane aumentano la produzione di rifiuti. Con i bambini è forse più facile intervenire e molti hanno ricominciato per esempio a usare i pannolini lavabili. Con gli anziani è più difficile e l'età tende a portare con sé una maggiore produzione di rifiuti. E' anche per questo che penso che chi può, finché può, deve essere attento e responsabile. Un po' come le automobili: possono essere necessarie in alcuni casi, soprattutto in età avanzata, ma è proprio per questo che chi può permettersi di non usarle deve farlo finché può.
      Un caro abbraccio

      Elimina
  7. Io produco davvero troppa plastica (e pensare che non uso bottiglie)! Devo rimediare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo anche senza bottiglie la plastica è ovunque: una guerra senza fine :(

      Elimina