"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

sabato 2 agosto 2014

Pulire i vetri senza detersivi e senza acqua

Ovvero come avere vetri brillanti e senza aloni solo con uno straccio asciutto e un po' di olio di... gomito.


Sarà che durante e dopo i lavori in casa  non ho fatto altro che raccogliere polvere con lo straccio bagnato dai pavimenti, dalle mattonelle e da qualsiasi superficie possibile. 
Sarà che con tutto quello strizzare stracci e straccetti le mani mi fanno ancora male
Sarà che il nuovo contatore dell'acqua segna cifre imbarazzanti e ogni volta che ci penso mi sento male.

Insomma, anche pulire i vetri con acqua e aceto o addirittura solo acqua e un foglio di giornale come al solito mi sembrava troppo, e così ho deciso di fare a meno di tutto tranne un po' di buona volontà e, appunto, olio di gomito.
Non c'è neanche bisogno di un panno in microfibra, basta semplicemente uno straccio pulito (io ho usato un pezzo di un vecchio lenzuolo di cotone) e asciutto e si strofina con cura  fino alla sparizione di ogni macchia e alone. Al termine si sciacqua il panno con poca acqua e lo si lascia asciugare per la volta successiva.

Le finestre sono nuove, devo dirlo, ma all'interno c'era già un bell'alone chiaramente visibile e all'esterno i segni delle gocce della pioggia di questi giorni, e il risultato è stato davvero perfetto.
Basterà non far accumulare troppo sporco nel tempo, e i vetri saranno sempre brillanti senza spreco di acqua o altro e con poca fatica.

A proposito: quando al termine dei lavori in casa "i professionisti del pulito" hanno fatto la pulizia finale con tutti i loro prodotti per pulire i pavimenti, sgrassare, pulire i vetri, togliere gli aloni, disinfettare, deodorare ecc. ecc... sono stata tre giorni con gli occhi che mi bruciavano e un gran mal di testa (c'era un buon profumo, però!).  
Tanto per non dimenticare che così come facciamo noi va più che bene!

13 commenti:

  1. È sempre una soddisfazione scoprire che c'è qualcosa di cui poi in realtà si può fare a meno ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! Anche quando si tratta di cose semplicissime!

      Elimina
  2. Quello dell'uso di detersivi aggressivi è proprio un chiaro esempio di condizionamento. Associamo l'odore chimico con il pulito, ma in realtà "sporchiamo" con le sostanze dei prodotti, sia la casa che l'ambiente. Piccoli importanti passi di consapevolezza. Ciao Paola!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ce ne rendiamo conto solo quando ci siamo "disintossicati", per quanto possibile almeno.
      Ciao Patty!

      Elimina
  3. Ma... è così semplice e nessuno lo sa???
    Siamo così dipendenti da tutti i prodotti che ci fanno credere essere indispensabili???
    Sai che non ci avevo mai pensato, che si potessero pulire senza spruzzarli con qualcosa?
    Grazie Paola, proverò. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, dipende anche da quanto sono sporchi i vetri :)
      Fammi sapere come è andata!

      Elimina
  4. Ciao Paola! Non ho nessun dubbio sul fatto che usare prodotti più "naturali-semplici" faccia bene sia a noi che all'ambiente. Complimenti per il tuo olio di gomito =) eee perfettamente d'accordo sul fatto che NON bisogna far accumulare sporco! Buone giornate ... magari un po' meno piovose ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia! Effettivamente, non fare accumulare sporco è essenziale :) Però l'olio di gomito fa la sua parte
      Buone giornate a te (qui la pioggia sembra essersi presa una pausa di qualche giorno...)

      Elimina
  5. Ti avevo lasciato un commento con l'Ipad di mio babbo, ma vedo che non si è pubblicato...non sono molto pratica. Comunque ti avevo scritto che pur ritenendo il tuo un ottimo metodo (più risparmio di così non si può!) non fa proprio al caso mio dato che quella di pulire i vetri è un'operazione che tendo sempre a rimandare...per poi farla fare ad altri. Sono piuttosto attenta però ai prodotti detergenti, se sono infatti eccessivamente "forti" anche a me provocano fastidi come i tuoi. In genere con quelli eco mi trovo bene. Ciao, Paola!

    RispondiElimina
  6. Uhmm...rileggendo mi accorgo di non essere stata molto chiara. Intendevo dire che rimandando troppo lo sporco purtroppo si accumula e allora...altro che olio di gomito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei stata chiarissima, e ti capisco benissimo perché sono come te :)
      Il fatto che le mie finestre siano nuove aiuta, perché sono meno sporche in assoluto, più facili da pulire delle vecchie molto sgangherate e, almeno per un po', c'è anche l'effetto "soddisfazione" di vedere una cosa nuova e volerla tenere pulita (non durerà molto...)

      Grazie per il commento, Ninfa! Non so cosa sia successo all'altro, ho controllato e non era nella casella spam.
      Ciao

      Elimina
  7. senz'acqua non ci ho mai provato, ma sinceramente io ho sempre lavato solo con una baccinella e acqua calda: una spugna per bagnare e un straccio di cotone (ottimi i pezzi di vecchie lenzuola) per asciugare! Evviva la semplicità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semplicità mi sembra la parola giusta! Anche il tuo metodo è ottimo, e lo uso anche io, naturalmente, come alternativa a quello del post.
      Un bacio

      Elimina