"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

lunedì 8 dicembre 2014

Tre buoni motivi per mangiare locale: Michael Pollan

 

Da Michael Pollan, autore di In difesa del cibo, Il dilemma dell'onnivoro Cotto, tre validi motivi per   consumare cibo locale.

  1. L'energia usata per trasformare e trasportare il cibo ha un forte impatto sul cambiamento climatico. Mangiare cibi locali e non industriali aiuta a risparmiare energia e a preservare l'ambiente.
  2. I piccoli agricoltori sono importanti, la loro conoscenza della terra e dei suoi frutti è preziosa per la nostra sopravvivenza. Acquistando i loro prodotti contribuiamo a preservare il loro lavoro.
  3. "Eat the view", dice Pollan, "mangiate il paesaggio". Comprare i prodotti del mercato locale contribuisce alla conservazione delle aree rurali, permette la difesa del paesaggio dalla cementificazione. 
Nel mio percorso su cibo e alimentazione ho da poco incontrato questo autore americano davvero interessante. The Omnivore's Dilemma è il libro sul mio comodino in questo periodo. E' vero che la situazione americana è diversa da quella europea e italiana, ma l'industria del cibo è ormai la stessa ovunque e le epidemie di obesità e malattie metaboliche sono anche tra noi. 
Niente come ricominciare dal cibo permette di "salvare" contemporaneamente la nostra salute,  l'economia e  l'ambiente.