"Agisci in modo che le conseguenze della tua azione siano compatibili con la permanenza di un'autentica vita umana sulla terra". "Includi nella tua scelta attuale l'integrità futura dell'uomo come oggetto della tua volontà". Hans Jonas, Il principio responsabilità

mercoledì 6 settembre 2017

Storia di una t-shirt di cotone: video

L'impatto ambientale della moda pronta e veloce (fast fashion).

Un video per riflettere.

Buona visione!



6 commenti:

  1. Che bello rivederti nel blog!
    Volevo farti notare che hai quattro finestrelle qui a sinistra che non funzionano più come si deve e coprono parte del testo del blog.
    Grazie per i due video interessanti degli ultimi giorni.
    Lo fai ancora il composto?
    Io sì, sempre grazie a te!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, che bello risentirti! :)
      Grazie per la segnalazione. Ho rimosso le barre laterali e mi sono anche accorta che quasi tutte le foto del blog sono scomparse :((
      Il povero blog abbandonato ha bisogno di un po' di cure... vediamo se piano piano riesco a tappare qualche buco.
      Sono felicissima del tuo composto!!! Io al momento ho abbandonato perché a Roma raccolgono l'umido ma ho in serbo novità a partire da ottobre sulle quali spero di aggiornarvi...
      Un grande abbraccio e buona giornata a te!

      Elimina
  2. Molto interessante. Ne ho proposto la visione anche alle mie figlie. Proprio qualche giorno fa, mentre facevo la spesa al mercato, (vale anche per i centri commerciali) mi capitava di osservare che ormai molti venditori propongono valanghe di abiti tutti uguali, tutti a prezzo bassissimo e ovviamente di scarsa qualità. Abiti da finto risparmio, perché dopo il primo lavaggio sembrano stracci... Mi domandavo, a passata la stagione, che fine faranno? Cosa sarà di tutto l'invenduto? Poi ho guardato il tuo video e ho realizzato che ancor prima di essere scarto questi abiti sono già un peso per l'ambiente! C'è molto su cui riflettere... Grazie, buon fine settimana:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Lolle, per il tuo contributo. La fine di tutti questi scarti è purtroppo in discarica, tra l'altro, non c'è possibilità di vita prolungata e non c'è neanche il mercato di seconda mano. E, come dici tu, questa è solo una piccola parte del problema.
      Buon week end!! :)

      Elimina
  3. Già, raramente si riflette su quello che c'è dietro la produzione degli oggetti che acquistiamo, sull'impatto ambientale, sullo sfruttamento del lavoro e tutti gli altri meccanismi poco etici che comporta la produzione di quegli oggetti!
    Credo che prima di ogni acquisto (e non solo di capi di abbigliamento)dovremmo davvero fermarci un attimo a riflettere....basterebbe acquistare meno e da aziende etiche, che rispettano l'ambiente, gli esseri umani e gli animali.
    Abbiamo un grande potere, come consumatori, per cambiare questo mondo, cambiando prima di tutto noi stessi, con le nostre scelte quotidiane!
    Bello il video, grazie per la condivisione!
    Buona domenica
    Serena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per il contributo, Serena!
      E buona settimana!!

      Elimina